In primavera sono tante le erbe spontanee che si possono raccogliere e impiegare per realizzare sfiziose ricette. Come le piantine dei papaveri, che vanno raccolte appena spuntate, prima della fioritura

Ingredienti

  • • 500 g di piantine di papavero
    • 50 g di Grana grattugiato
    • una manciata di prezzemolo
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 cucchiaio di pane grattugiato
    • 1 fetta di mortadella
    • 4 uova
    • olio, sale, pepe q.b.

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

facile

PREPARAZIONE

5 min

COTTURA

10 min

PREPARAZIONE

Andate nei campi che sono stati arati a ottobre o nelle vigne. Raccogliete le piantine di papavero o rosolaccio non ancora fiorite, pulitele eliminando le foglie esterne più dure e rovinate e lavatele in pochissima acqua, strizzatele e tritatele insieme al prezzemolo, all’aglio, e alla mortadella.

Aggiungete le uova e mescolate il tutto con il pangrattato finché il composto non risulta troppo liquido, infine salate e pepate. Quando l’olio è bollente buttate a cucchiaiate l’impasto e cuocete le frittelle. Per una ricetta ancora più originale si può utilizzare le infiorescenze del luppolo selvatico (il cosiddetto livartis).