La carne soda e il sapore deciso dello sgombro sono perfetti per ottenere un antipasto leggero e nutriente, reso ancor più interessante dal gusto dolce della cipolla di Tropea

Ingredienti

  • 400 g di filetti di sgombro
  • 2 cipolle di Tropea
  • 1 bicchiere di Moscato d’Asti (non spumantizzato)
  • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio colmo di uvetta sultanina
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 foglie di salvia
  • 2 cucchiai di semola di grano duro rimacinata
  • 1 cucchiaio di farina di grano tenero
  • 1 pizzico di pepe di Szechuan
  • 5-6 bacche di pepe rosso
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

antipasti

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

10 min

COTTURA

25 min

ALTRO

6 ore riposo

PREPARAZIONE

Mescolate le due farine e infarinate i filetti facendo cadere l’eccesso farinoso.

Scaldate alcuni cucchiai di olio in una padella con le foglie di salvia e l’aglio affettato poi fatevi rosolare i filetti di sgombro da entrambi i lati. Eliminate l’aglio prima che prenda colore per evitare che conferisca un cattivo odore.

 

Depositate i filetti su carta assorbente e, dopo qualche minuto, trasferiteli in una pirofila. Pulite le cipolle, affettatele a rondelle molto sottili poi fatele stufare adagio in un tegame a fondo pesante con pochissimo olio. Se mantenete la fiamma al minimo e il tegame coperto, le cipolle cuoceranno senza prendere colore. Mescolate di tanto in tanto.

 

Dopo alcuni minuti, bagnate le cipolle con qualche cucchiaio di Moscato e di aceto, aggiungete l’uvetta e i due tipi di pepe e proseguite la cottura con tegame coperto per circa 5 minuti.

 

Aggiungete il restante vino e aceto e qualche grano di sale grosso. Cuocete a fuoco dolce ancora per 8-10 minuti con il tegame scoperto, poi versate il tutto sugli sgombri.

Lasciate riposare almeno 5-6 ore prima di servire.