Quattro gusti da abbinare alla birra. I biscotti dolci e salati pensati per il vino. E le torte pronte in 90 secondi. Ecco le idee di Kucino e Alfred & Friends

Al primo assaggio dei crunch al cacio e pepe si rimane colpiti. Sapidi, come ci si aspetta da uno snack pensato per accompagnare la birra. Ma anche, veramente, saporiti, con il pecorino in evidenza e il pepe a fare da contraltare. È solo uno dei quattro crunch pensati da Alfred & Friends (L'Aquila – fraz. Preturo – via dell'Aringo 58/a – tel. 08621956277 - www.alfredandfriends.it), il food lab di Patrizia Marra ed Emile Sedra, nato nei pensieri dei titolari nel 2011, e trasformato in realtà nel 2014.

È una linea di prodotti che si completa con i gusti peperoncino, bbq e indian (quest'ultimo caratterizzato da una miscela di spezie indiane) e che nasce appositamente per l'incontro con la birra artigianale. Si tratta, in sostanza, di arachidi tenute insieme da albume, e poi saporite nelle varie versioni. Croccanti, sapide, decise: l'assaggio richiama immediatamente una buona birra, per smorzarne la forza.

C'è poi il marchio Kucino (www.kucino.com), con cui Patrizia ed Emile commercializzano una teoria di biscotti dolci e salati, e una serie di dolci dal concept innovativo. Partiamo dai biscotti. Qui, il mondo dell'abbinamento è quello delle cantine e del vino. Sono particolari i biscotti salati: per esempio, al Gorgonzola, al Parmigiano, al Parmigiano e rosmarino, al pomodoro e finocchietto, ai funghi porcini, allo zafferano. Sono piacevoli, di buona persistenza, migliorabili nella consistenza. Ci sono poi i biscotti fioriti (calendula e camomilla, petali di rose, fiori di lavanda), i cioccolatosi (cioccolato fondente, cioccolato e peperoncino) e altre specialità.

Ma ciò che racconta meglio l'originalità di questa realtà abruzzese sono quelli che Emile e Patrizia chiamano “kit di pura felicità”. “Apri, rovescia, mescola e inforna – spiega Emile Sedra – e in pochi minuti avrai un dolce bello e pronto, preparato con ingredienti di qualità. Per esempio i muffin, o i cookies, che si preparano in cinque minuti, aggiungendo al preparato uova burro e latte, e poi cuocendoli in forno”. Per i cantucci con le mandorle (o al cioccolato e arancia candita) servono 20 minuti. Per le torte in tazza, pensate per il microonde, anche meno: un paio di minuti, e la torta con cioccolato e cocco esce pronta per essere gustata.

Analogo procedimento per la torta tiramisù con caffè e cioccolato. Non serve aggiungere uova, ma bastano latte e un filo d'olio per avere una torta in 90 secondi, con mini savoiardi e un dolce brownie al caffè.
Questa linea è stata pensata per chi non sa cucinare. – continua Emile - In realtà, chi la apprezza è un consumatore consapevole, che ne riconosce la qualità, e che non vuol rinunciare a una coccola golosa, comoda da preparare in pochissimo tempo”.

I puristi della torta della nonna diranno che manca la poesia. Ma è infinitamente comodo, e dai risultati apprezzabili. Il packaging in vetro pensato per essere riutilizzato è un'ulteriore buona idea. Da sperimentare.