Territorio e sguardo al benessere per i nuovi prodotti di Corsini Biscotti

Si chiama Pan di Corte e strizza l’occhio al Natale, senza però essere un panettone. È la novità di Corsini Biscotti (via Cellane, 9 - tel. 0564956787) di Casteldelpiano (Gr) per la fine 2016 e, prima dell’assaggio, colpisce l’attenzione già per la lista degli ingredienti. Al posto del canonico burro infatti compare un olio extravergine di oliva Toscano Igp di Franci da Olivastra Seggianese, la varietà più diffusa alle pendici dell’Amiata. E Franci è uno dei nostri campioni da sempre sul Golosario. L’idea infatti è proprio quella di produrre un dolce lievitato che esalti le caratteristiche note vegetali dell’olio con una resa, dal punto di vista della morbidezza, per nulla inferiore a quella dei dolci a base di burro. Un’operazione riuscita grazie anzitutto alla lenta lievitazione (48 ore) da lievito madre e a un sapiente mix di ingredienti come il tuorlo di uova fresche, le scorze d’arancia candite e l’uva sultanina. “Io dico semplicemente fantastico - commenta Paolo Massobrio - mi ha colpito la pienezza e la morbidezza dell’impasto, mi ha ricordato mia cognata che a Natale si fa fare un panettone con un surplus di ingredienti. Ecco: qui l’uva sultanina non solo è abbondante, ma ben presente, quasi a rimarcare una ricerca di tutti prodotti di qualità".

Accanto ai dolci per le feste, Corsini continua poi la sua ricerca nell’ambito della biscotteria e in particolare le fette biscottate. Ai prodotti già sul mercato (ovvero le Fette bontà ai 5 cereali, il Briotost al miele e le Fette senza zucchero) ecco le Fette della salute prodotte con farina integrale e zucchero di canna, a basso contenuto di sale e di grassi saturi. La particolarità di questo prodotto risiede nell’utilizzo di farina ricca di betaglucani d’avena, fibre solubili che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, che le rendono ideali per l’inserimento in una dieta equilibrata. “Buone - dice ancora Massobrio - e mi perdonerete se le ho assaggiare con la crema di cioccolato di Modica che avevo aperto nei giorni precedenti. Invidiatemi amici per le mie colazioni!".