Il Brunello di Montalcino di Giuseppe Walter Peretti dell'azienda Ridolfi

Oggi su La Stampa Paolo Massobrio parla di un vino molto amato: il Brunello di Montalcino. In particolare quello di Giuseppe Walter Peretti, che nel 2011 rilevò l'azienda Ridolfi, imprimendo la sua filosofia: zero chimica e molta tecnologia.

Con l'aiuto dell'enologo Stefano Chioccioli, produce il Rosso di Montalcino che – dice Massobrio – "è rubino brillante e trasparente come un gioiello; evoca il rabarbaro, i fiori e in bocca note minerali e armoniche che reclamano la scottiglia". Mentre sul Brunello di Montalcino Massobrio ha appuntato questo: "Chiudi gli occhi e sei a Montalcino: vedi i paesaggi placidi come questo vino dal pregevole equilibrio. Un Brunello dove anche la tannicità è seta e supporta tutta la mineralità del terreno”.

Tra gli altri vini, il Chianti rotondo e fragrante, e il sorprendente Rosè brut da uve sangiovese, pulito in ogni sorso. L'azienda, con la Tenuta Rocchetta in Larciano, arriva a 54 ettari, di cui 21 vitati, per 130 mila bottiglie prodotte, vendute per il 95% all'estero.

Ridolfi
Montalcino (Siena)
Località Mercatali, 1
tel. 05771698333