Ad Azzate (Va), un locale della nostra predilezione dove talento e professionalità fanno la differenza.

Un gioiello del GattiMassobrio, la nuova guida nazionale che presenteremo a Golosaria a Milano? Segnatevi questo indirizzo: Blend4 (via Piave 118 – tel. 0332457632). È ad Azzate, a nemmeno venti minuti da Expo2015 e Milano, e a un passo da Varese. È uno dei quei nostri locali del cuore dove il gusto è protagonista e che, con orgoglio, con il nostro nuovo lavoro editoriale, siamo felici perché avrà il riconoscimento che merita: eccellenza italiana. È la creatura di quattro amici, Ivano Antonini e Luca Martini, fuoriclasse della sommellerie, e delle loro mogli, Luigina Gazzola, l’ “Accoglienza” fatta persona e Milena Maesani, artista ed esperta di restauro e decorazione già a capo di team prestigiosi di caratura internazionale. La loro idea vincente? Han creato un “Eno – Kalo – Ristorante”, ossia un luogo dove la Bellezza è di casa (di Milena il progetto, il recupero e la realizzazione che ha trasformato la Trattoria Montallegro, abbandonata, nel locale bellissimo che è oggi), in cui il vino ha celebrazione senza eguali (e poteva non essere così con due campioni come Ivano e Luca?), in cui ci si sente a casa (Luigina guida lo staff di sala assicurando servizio impeccabile) ed in cui si mangia benissimo (visto che ai fornelli, a dirigere la piccola brigata di cucina, opera l’ottimo Filippo Scapecchi, chef dal curriculum prestigioso e di notevole talento). È un locale polifunzionale, in cui ci si può fermare al banco all’ingresso per godersi un bicchiere o dove ci si può accomodare nel dehors per gustare un aperitivo. In cui si possono acquistare salumi o fiorentine da favola (Luca è toscano Doc, e assicura approvvigionamenti di prelibatezze somme!) da portarsi a casa. Dove si può partecipare alle serate di degustazione in cantina, rallegrate da vini da sogno di millesimi introvabili piuttosto che dalle chicche, che son le scoperte di Ivano e Luca. O in cui, nella sala elegante, tra quadri e opere d’arte scelte da Milena, ai tavoli comodi e ben distanziati, ci si può “voler bene” gustando le notevoli creazioni della cucina. Se seguirete il nostro consiglio, ossia se vi regalerete un pranzo o una cena qui, la vostra sosta potrà avere il gusto del goloso prosciutto toscano tagliato al coltello, delle strepitose alici crude, marinate e fritte, di due creazioni che si fanno ricordare come gamberi animelle di vitello barbabietole rosse e zenzero, e tagliolini di grano saraceno ragù bianco di capretto locale e melanzane, della “ciccia” (a voi la scelta della frollatura – 20, 30 o 40 giorni – della vostra bistecca fiorentina), dell’entusiasmante piccione in due cotture pistacchi di Bronte ribes e foie gras d’anatra (vale il viaggio!). Dolci e gelato maison, o cantucci e Vin Santo, l’arrivederci di un’esperienza che non vedrete l’ora di ripetere!

Grandi!