La bagna cauda è una tipica ricetta autunnale piemontese. Il termine dialettale può essere tradotto come "salsa calda", infatti è un intingolo realizzato con olio, aglio e acciughe con cui si condiscono verdure crude e cotte tipiche dell'Astigiano, del Monferrato, delle Langhe e del Roero. Da provare con cardi e topinambur.

Ingredienti

  • 5 teste d’aglio (medie)
  • 5 hg di acciughe sotto sale
  • 3 bicchieri circa d’olio extravergine di oliva
  • 2 cardi gobbi di Nizza Monferrato
  • 2 peperoni cotti al forno, spellati e divisi a falde
  • 2 peperoni conservati sotto vinaccia
  • 1 cavolo verza
  • 1 barbabietola rossa cotta al forno
  • 1 piccolo cavolfiore lessato
  • 6 topinambur
  • 6 patate lessate
  • 3-4 cipolle cotte al forno
  • 4 rape lessate
  • 1 cuore di sedano bianco
  • 1 bicchiere di aceto
  • 3 limoni

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

piatti unici

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

40 min

COTTURA

40 min

PREPARAZIONE

Lavate le acciughe, mettetele in una bacinella con l’aceto e 2 litri di acqua e lasciatele a bagno per circa mezz’ora. Sciacquatele, scolatele e diliscatele. Spellate gli spicchi d’aglio, divideteli in metà, eliminate il germoglio, tagliateli a fettine sottili e metteteli in un tegame di coccio (fojot) con circa un bicchiere e mezzo d’olio. Cuocete l’aglio a fiamma bassissima in modo che l’olio non frigga e l’aglio rimanga bianco. Se l’olio dovesse friggere, ritirate di tanto in tanto il tegame dalla fiamma per fare diminuire la temperatura dell’olio. Unite le acciughe e l’olio rimasto all’aglio cotto e cuocete a fiamma bassissima (evitando sempre che l’olio frigga), mescolando continuamente con un cucchiaio di legno per una decina di minuti, finché le acciughe saranno completamente disfatte e l’aglio spappolato. Mondate il cardo, mettete da parte i gambi esterni (che potrete utilizzare per altri usi o lessare per intingerli nella bagna caoda), private i gambi più interni dai filamenti e poneteli in una bacinella contenente acqua acidulata con il succo di due limoni. Mondate e lavate il cavolo. Pelate i topinambur, affettateli finemente e irrorateli con il succo del terzo limone. Staccate le coste del sedano, privatelo delle foglie e dei filamenti e lavatelo. Tagliate a pezzi le altre verdure. Versate un mestolo di bagna caoda in ogni fornelletto individuale e iniziate a intingervi le verdure. Di tanto in tanto spegnete la fiamma sotto il fornelletto per evitare che l’olio frigga.