Su Avvenire Paolo Massobrio invita a non girarsi dall'altra parte davanti alle emergenze, rimandando nell'attesa che qualcun altro se ne occupi

Nell'articolo di Avvenire di oggi Paolo Massobrio ha parlato della "politica" sempre più frequente del girarsi dall'altra parte per non vedere. Questa pratica è emersa in tutta la sua evidenza durante un suo recente viaggio in Puglia, dove la xylella è avanzata in modo devastante. Ma come è stato possibile permettere una cosa del genere? – si chiede Massobrio. Davanti all'emergenza si è guardato da un'altra parte, senza prendere decisioni, assumersi responsabilità, nell'attesa che "qualcuno" se ne sarebbe occupato.

Altra emergenza è quella delle api, che rischiano di sparire con grave danno per tutti. Le api ci rimandano alla parabola della vita: siamo utili gli uni agli altri, ma se si spezza qualcosa il danno diventa irreparabile. E a proposito di utilità reciproca, Massobrio riferisce che in alcune città i bandi rivolti alle associazioni dedite all’accoglienza dei migranti siano andati deserti. Deve essere una forma di protesta, anche perché l'agricoltura avrebbe bisogno di manodopera, eppure anche in questa circostanza ci si gira dall'altra parte. Si attendono le elezioni europee... sì, ma poi cosa accadrà? si chiede ancora Massobrio.

Per leggere l'articolo completo clicca qui