L'Appello di gusto di Paolo Massobrio oggi è rivolto ai politici che dovrebbero imparare il mestiere dai camerieri

Nell'articolo di Avvenire uscito oggi Paolo Massobrio parla del mestiere di cameriere che, come disse don Giussani: “... è una posizione di servizio alla singola persona, non a un'umanità generica.”

Collegandosi alla politica e ai recenti dati elettorali, dice che c’è un partito di camerieri che ha vinto: sono i sindaci dei piccoli paesi, dove si impara dal basso a servire. Purtroppo il loro lavoro spesso viene ignorato, sebbene la politica del futuro cominci proprio da lì, dalla prossimità. La politica però non è un mestiere, come invece il lavoro del cameriere. Tuttavia il politico e il cameriere – sostiene Massobrio – hanno in comune un aspetto importante: ogni loro azione non può mai prescindere dal fattore umano, in quanto – per dirla sempre con le parole di don Giussani – “Il piatto anche migliore non vale se non è amica e gentile la mano che lo offre”.

Per leggere l'articolo completo cliccate qui