Eppure se ne consuma sempre meno. Su Avvenire di oggi Massobrio riflette su problemi e successi del mondo della zootecnia

Nell'articolo pubblicato oggi su Avvenire Paolo Massobrio ha parlato del mondo della zootecnia, dopo che l'Oms ha annunciato che la carne rossa non fa male alla salute. Tuttavia, per motivi di sostenibilità ambientale, se ne consuma meno e, da un sondaggio fra i ristoranti citati sul Golosario si scopre che i piatti di carne più gettonati sono la tartare, seguita dalla tagliata mentre il bollito, gloria del passato, ha perso appeal.

Sul fronte del latte, dove si registra una crisi dovuta alle leggi di mercato, ci sono anche dei successi, come quello della cooperativa Gardalatte, che ha appena festeggiato i suoi cinquant’anni di attività. Massobrio mette così in evidenza che la cooperazione sia sempre un valore che porta al successo e ogni tanto faccia bene tornare alle radici di certi fenomeni che si basano sulle relazioni.

Di fronte ai pericoli imminenti della Brexit e dei dazi americani il mondo produttivo è preoccupato e si spera che, al posto dei distinguo fra le varie fazioni, la politica si attivi e faccia fronte comune.

Per leggere l'articolo completo clicca qui