A Davagna, entroterra genovese, tre neolaureati coltivano il celebre bulbo

Piccoli zafferano crescono. In Brianza come in Liguria. E spesso è l'idea di giovani neolaureati. È questo il caso dello Zafferano di Rosso (tel. 3494784417), piccola azienda nata 4 anni fa a Davagna, nell'entroterra genovese. È l'idea di tre giovani ragazzi, Luca Fida (28 anni), Daniel Fida (26 anni) e Simone Curatolo (26 anni) che, con passione, hanno cominciato a coltivare lo zafferano in un appezzamento al confine tra il bosco e il piccolo abitato di Rosso (frazione di Davagna).

Abbiamo impiantato bulbi provenienti da Navelli, luogo d'eccellenza dello zafferano abruzzese – spiega Luca Fida – utilizzando le stesse tecniche e la stessa cura. Il risultato ci ha ampiamente soddisfatti, perché le condizioni ambientali si sono rivelate ideali”. Ma l'idea vincente del trio non solo è stata quella di coltivare il prezioso bulbo, ma anche di cercare alcune eccellenze sul territorio per nuove collaborazione. A fianco delle bustine di zafferano in pistilli, infatti, è nata una linea di prodotti gourmet.

Eccellente il miele di acacia aromatizzato ai pistilli di zafferano (prodotto in collaborazione con Mielaus Apicoltura Piccardo), da abbinare a formaggi stagionati. Così come il liquore allo zafferano, distillato da Origine Laboratorio (altro nome superbo del Golosario). E ancora, le confetture e lo sciroppo di zafferano (realizzate con Luca Dalpian) e l'eccellente Safran, formaggio vaccino a latte crudo prodotto a Rossiglione dall'azienda agricola Lavagè. Sono dei grandi!