Ecco una variante più leggera del classico vitello tonnato della tradizione piemontese, preparato con una salsa senza uova

Ingredienti

  • 800-900 g di rotondino di vitello
  • 1 grossa carota
  • 1 piccola cipolla
  • 2 coste di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto aromatico (timo, rosmarino, salvia, alloro)
  • 2 chiodi di garofano
  • 100 g di tofu
  • 100 g di tonno sott’olio sgocciolato
  • 6 filetti d’acciuga
  • 1/2 cucchiaio di capperini salati
  • 1/2 bicchiere circa di latte di riso o d’avena
  • 4 fiori di cappero
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di vino bianco secco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino
  • sale, pepe in grani

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

facile

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

30 min

PREPARAZIONE

Mettete 2,5 litri di acqua in una pentola a fondo pesante e coperchio a tenuta, aggiungete la cipolla steccata con i chiodi di garofano, 4-5 grani di pepe, la carota, il sedano, l’aglio e il mazzetto aromatico e portate a ebollizione. Immergete il rotondino legato per mantenerlo in forma, fate riprendere il bollore, schiumate, aggiungete un cucchiaio di sale grosso e cuocete per 15-20 minuti dalla ripresa dell’ebollizione. Spegnete e lasciate il rotondino immerso nel brodo di cottura senza scoperchiare per 25 minuti. In questo modo la carne rimarrà morbida, non stopposa e leggermente rosa al cuore.

Frullate i capperi dissalati con le acciughe, il vino e l’aceto ottenendo un puré omogeneo poi aggiungete il tonno e frullate nuovamente. Frullate quindi il tofu con qualche cucchiaio di latte di riso o d’avena riducendolo in crema. Riunite tutto nel mixer e frullate in modo da ottenere una crema omogenea. Unite infine l’olio. Affettate la carne, disponetela sui piatti in modo da formare un anello, accavallando leggermente le fette. Ponete la salsa al centro in modo da coprire quasi metà della fetta. Guarnite con i fiori di cappero e servite.