In edicola la rivista che quest’anno celebra il suo trentesimo compleanno

Il ferro negli spinaci è una leggenda metropolitana nata nell’Ottocento per un errore di scrittura in un testo scientifico; l’hamburger con i vermi è una storia vecchia di cinquant’anni e anche il mito della baby sitter cannibale circola da almeno mezzo secolo. Sono queste alcune tra le leggende metropolitane a tema cibo più diffuse, raccontate sull’ultimo numero di A Tavola nell’intervista di Fabio Molinari a Paolo Toselli, il fondatore del CeRaVoLC (Centro Raccolta Voci e Leggende Contemporanee). Ma sulle stesse pagine troviamo anche l’affascinante storia del conte Negroni, l’ideatore dell’omonimo cocktail, inventato a Firenze a inizio Ottocento. Una storia che continua ancora oggi con le tante interpretazioni e varianti sul tema come spiega sulle stesse pagine Alessandro Ricci. Ma su A Tavola di febbraio c’è anche un’ampia carrellata di ricette che spaziano dal limone (come le originali polpette di fagioli, cous cous e scorzette di limone) al tè (il Petto d’anatra al fumo di tè nero) senza dimenticare i classici di Carnevale (con i trucchi per realizzare, ad esempio, le frittelle greche con miele e cannella). E il 2016, per la rivista diretta da tre anni dalla brava Daniela Lucisano, si annuncia ricco di sorprese, a partire dalle celebrazioni del trentesimo anniversario (il primo numero è apparso nel 1986) che sarà celebrato in autunno. Magari anche a Golosaria.