Messina ha il primato nella preparazione di questo piatto di pesce molto gustoso. Lo si può mangiare come secondo accompagnato da patate, come vi consigliamo qui, oppure si può usare il suo sugo per condire la pasta

Ingredienti

  • 800 g di stoccafisso già ammollato
  • 500 g di patate
  • 300 g di passata di pomodoro
  • 80 g di olive verdi schiacciate
  • 1 cipolla media
  • 1 costa di sedano
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 pezzetto di peperoncino
  • 2 rametti di prezzemolo
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 2 cucchiai di capperini siciliani salati
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

facile

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

90 min

PREPARAZIONE

Eliminate eventuali spine dallo stoccafisso poi tagliatelo a pezzi. Tritate la cipolla, il sedano e l’aglio e fateli appassire in un tegame basso e largo con alcuni cucchiai di olio. Aggiungete i capperi sciacquati, i pinoli, le olive, il peperoncino e l’uvetta; mescolate per alcuni istanti, versate il pomodoro e un bicchiere di acqua o brodo vegetale e cuocete per alcuni minuti. Aggiungete i pezzi di stoccafisso e cuocete a fiamma molto bassa e con tegame coperto per circa mezz’ora, smuovendo di tanto in tanto il tegame per evitare che il pesce attacchi sul fondo. Non rimestate per evitare di disfare i pezzi di pesce. Sbucciate le patate, tagliatele a grossi cubi (circa 2 cm di lato), sciacquateli e aggiungeteli allo stoccafisso in cottura. Se necessario aggiungete un poco di acqua bollente o brodo vegetale. Cuocete a fuoco dolce finché le patate saranno cotte. Regolate di sale e, a cottura ultimata, unite il prezzemolo tritato.