Il Barolo più alto del mondo? Si produce a La Morra, in località Serradenari, a 530 metri sopra il livello del mare. “Qui - racconta Paolo Massobrio su La Stampa di oggi - venivano a rifugiarsi i contadini della pianura durante la peste, portando con sé le famiglie e i pochi denari” ("Sara D' Nè" da cui Serradenari). E qui Giovanni Negri ha stabilito il suo buen retiro, dove oltre al vino si dedica alla scrittura. La sua storia parte da un ettaro vitato ed oggi ne contempla quasi sette, che danno origine a vini indimenticabili. Tra i migliori assaggi il Barolo Serradenari La Vetta 2011, ma anche lo Chardonnay, il Pinot nero e il Langhe rosso Renoir, un vino che conquista. Alla figlia Giulia spetta invece la realizzazione del Barolo La Tartufaia, mentre il Serradenari MeGea è già romanzo.

Per leggere integralmente l’articolo clicca qui.