Tre menu tra cui scegliere con piatti di totale soddisfazione da gustare guardando il mare

Alla Madonnina del Pescatore (via Lungomare italia, 11 - tel. 071698267) di Senigallia (An) vorresti tornare subito per provare i piatti non assaggiati durante la prima visita. Perché qui tutto è perfetto, senza alcuna nota stonata.

Il locale è piacevolmente collocato davanti al mare e alla lunga spiaggia con alle spalle le verdi colline marchigiane. I tavoli sono ben distanziati e illuminati con una lampada speciale ideata apposta per Cedroni; il servizio ha una cadenza perfetta e in sala trovate Paolo Rossi, il maître più bravo che abbiamo mai conosciuto: sembra un attore, ma è incredibilmente professionale e dotato di una psicologia acuta verso il cliente.

In cucina regna Moreno Cedroni che, al termine della cena, si presta amabilmente a una chiacchierata, mostrando un'attenzione sincera al cliente. Tutti i suoi piatti sono perfetti ed equilibrati, i sapori sono leggeri ma persistenti al palato. Non trovate menu alla carta, ma tre menu: “Vicino alla tradizione”, “Luca e Moreno” e “Mariella”, con scelta totale o parziale delle portate.
Noi abbiamo optato per il primo con questi piatti che sono stati piacere allo stato puro: ricciola fritta poco cotta, panzanella olio al basilico e sedano croccante; frittatina, frutti di mare, erbe di campo; lasagna ai frutti di mare in bianco con salsa di cocco prezzemolo e lime; tortellini di parmigiano liquido, carne cruda battuta al coltello, salsa di pomodoro e basilico; guazzetto al forno di pesci, molluschi e crostacei.

In chiusura la tarte tatin con spuma di mela, caramello, mela croccante e salsa di earl grey.

La carta dei vini è davvero interessante e con rapporto qualità/prezzo molto onesto rispetto al mondo dei ristoranti stellati: un bonus in più.