Zaccaria, il riso più buono che ci sia

Da quasi un secolo e mezzo, la famiglia Zaccaria segue tutta la filiera del riso nella baraggia biellese, la piana piemontese ai piedi del Monte Rosa nel quale si coltiva riso fin dal 1500. A Salussola (Bi), presso la Cascina Margaria (tel. 0161998235), hanno saputo coniugare perfettamente le antiche tradizioni come la sbiancatura a pietra dei chicchi con le moderne tecniche di lavorazione, dalla coltivazione alla pilatura, fino al confezionamento sottovuoto. Carlo, oggi orgogliosamente al timone degli oltre 200 ettari di risaie di proprietà, propone una ampia gamma che va dalla varietà top Carnaroli al Sant’Andrea (versatile e ideale per risotti al dente e cremosi); poi Baldo (di ottima resa e ideale con il pesce o per timballi), Vialone Nano, Rosso di Baraggia (varietà selvatica dall’altissimo tenore nutritivo) e Nero di Baraggia (perfetto per piatti di verdura e pesce).

Da notare che il riso di Baraggia manifesta le sue peculiarità durante la cottura perché mantiene una maggiore consistenza del grano ed una minore collosità rispetto all’analogo prodotto di altre zone risicole. Oltre che tra i consumatori finali, i suoi risi sono molto apprezzati e conosciuti nel mondo dei gourmet e nei migliori ristoranti d’Italia.