I numeri e le caratteristiche di un simbolo del made in Italy gastronomico nel mondo che ha scelto la via dell'e-commerce per combattere la crisi

Ci sono nomi -  pochi, pochissimi - che da soli sono in grado di evocare una storia, una serie di caratteristiche gustative inimitabili, un racconto. E nonostante questo sanno rinnovarsi, guardando alle potenzialità del digitale come risposta alla crisi innescata dal Covid. Il Prosciutto di San Daniele è sicuramente tra questi: merito di una storia di resilienza, passione, innovazione che parte da lontano.

Il Prosciutto di San Daniele è un’eccellenza che si lega a doppio filo alla tradizione e a un territorio dalle condizioni uniche. L'anfiteatro morenico PER STAGIONARE
San Daniele del Friuli si trova in quella zona chiamata Anfiteatro Morenico: la particolare posizione geografica e il caratteristico microclima - qui si incontrano i venti delle Alpi e la brezza dell’Adriatico - rendono quest’area del Friuli-Venezia Giulia irripetibile e perfetta per la stagionatura dei prodotti. Il connubio di tecniche tramandate da secoli (stiamo parlando di uno dei più antichi prosciutti italiani, con testimonianze che risalgono al Quattrocento) con tecnologia moderna e imprenditorialità oggi ne fa un vero e proprio alfiere del made in Italy nel mondo, che proprio per questo si è trovato di fronte alla necessità di rispondere con forza alla crisi innescata dal Covid che ha colpito tutto il comparto agroalimentare.sandaniele-affettato.jpg

I prosciutti prodotti ogni anno sono oltre 2,6 milioni

Per comprendere al meglio cosa rappresenta il San Daniele per l'enogastronomia italiana, dobbiamo partire dai suoi numeri, da record. Per quanto riguarda la materia prima del San Daniele DOP, sono dieci le regioni italiane selezionate dalle quali provengono i suini che poi vengono utilizzati per la produzione: Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Nel complesso sono 3.799 gli allevamenti che si contano oggi nella filiera, mentre 31 sono gli stabilimenti produttivi e oltre 500 gli addetti impiegati. Il Prosciutto di San Daniele, con i suoi circa 2,6 milioni di prosciutti prodotti ogni anno, va a rappresentare una fetta molto importante delle esportazioni made in Italy, con riferimento - come accennato - al pianeta dell’agroalimentare. sandaniele_grissini.jpg

Le caratteristiche del prodotto e le sue qualità nutrizionali

Caratteristiche nutrizionali e sostenibilità sono oggi altri due importanti skill che definiscono il San Daniele. Da dove si comincia? Dal benessere degli animali: viene infatti posta sempre maggiore attenzione alla fase di permanenza in allevamento, determinando ogni elemento nel dettaglio partendo dalla corretta alimentazione dei suini. L'importanza del benessere degli animali Il Disciplinare di Produzione evidenzia chiaramente quanto questo aspetto dell'allevamento sia importante per l'identità del prodotto finito.  Il San Daniele DOP, poi, si caratterizza per un alto valore nutrizionale e una facile digeribilità. A garantire quest’ultima ci pensa una stagionatura accurata, che non scende mai al di sotto di 13 mesi.  Mentre da un punto di vista nutrizionale - spiegano fonti del Consorzio - rappresenta una fonte di sali minerali (magnesio, fosforo, potassio, ferro e zinco), proteine nobili (ad alta qualità biologica e facilmente digeribili) e vitamine (con particolare riferimento al gruppo B). 

stagionatura.jpg

Il boom dell’e-commerce: le abitudini dello shopping alimentare cambiano 

L’emergenza sanitaria negli ultimi mesi ha accelerato il bisogno di ricorrere allo strumento dello shopping online, mettendo propriamente il turbo a un rinnovamento tecnologico e digitale che molte aziende avevano già iniziato . Anche il Prosciutto di San Daniele si è adeguato fornendo la possibilità di consultare su San Daniele Magazine una lista di prosciuttifici che offrono il servizio di acquisto online in tutta sicurezza. Il San Daniele in un clickBasta cliccare sullo store del produttore e quindi sulla tipologia di prosciutto desiderata (con osso o disossato, intero o meno, affettato ecc.) per poi completare l’acquisto. A questo punto il prosciutto, nella pezzatura prescelta, viene inviato direttamente al domicilio. Il viaggio iniziato in un anfiteatro morenico tra terra e mare oltre sei secoli fa si conclude direttamente sulla porta di casa. In un click.

I.P.