Una ventina i liquori prodotti da Roberto Zulato e la moglie Michela con le erbe e i prodotti del territorio biellese

È nel 2014 che Roberto Zulato, disegnatore tessile, decide di trasformare una passione in un mestiere, coinvolgendo nell’avventura anche la moglie Michela, che lascerà la propria attività di geometra. Siamo a Casapinta - piccolo comune del Biellese Orientale - e qui nasce “Il Culmino”, liquore digestivo alle erbe delle Prealpi Biellesi realizzato secondo un’antica ricetta dell’800.
Oggi, quattro anni dopo, i prodotti sono circa una ventina, l’attività si è trasferita 4 km più a nord, in frazione Mino di Mezzana Mortigliengo, al piano terra di un antico casale di proprietà comunale sapientemente ristrutturato e trasformato in un B&B, dotato di tre camere arredate con molto buon gusto da Michela. È presente anche una sala dedicata alla ristorazione, attiva solo su prenotazione per gruppi. La sala, che può ospitare fino ad un massimo di 25/30 persone, è un ambiente rustico ma con arredamenti moderni e raffinati con volte a botte e mattoni a vista. La cucina prevede un ampio uso dei prodotti del territorio elaborati in modo creativo con l’utilizzo, dall’aperitivo al dolce, dei liquori della casa.
Nella produzione dei liquori vengono usate erbe coltivate in proprio oppure fornite da erboristerie biologiche e certificate, le arance arrivano dalla Sicilia, la liquirizia dalla Calabria, lo zafferano da Coggiola, i lamponi e gli altri frutti del bosco da coltivazioni biellesi, il miele con cui è realizzata la grappa proviene da un produttore di Cossato. Dalla collaborazione con il birrificio Jeb di Trivero è nato anche un liquore alla birra, realizzato con mosto di birra scura e infusione di spezie. Troviamo anche il Bitter Santo Stefano, liquore a base di amaricanti, o la Violetta, oggi il prodotto di punta della casa, ispirato alle famose caramelle “sanateur”. L’ultimo nato è il Gin Strasecco Twice, senza zuccheri e derivante dall’infusione di bacche di ginepro e sei tipi diversi di spezie. Ma di particolari ci sono ancora da ricordare l’Elisir del farmacista, il Cioccolino, il Sor-Riso a base di grappa con miele agli agrumi e la pannocchia di riso immersa nella bottiglia; infine, il Purtigal, versione biellese dell’arancello e il Medievale, questi ultimi disponibili anche nella linea spray per aromatizzare i piatti nella ristorazione creativa. La clientela è per il 90% rappresentata da privati e la restante parte dalla ristorazione di alto livello; c’è anche la possibilità di fare acquisti on-line ma i canali di vendita di gran lunga più utilizzati sono i mercatini e le fiere, soprattutto in Lombardia e Piemonte.
Merita di essere sottolineato che la componente creativa non è data solo dal contenuto ma anche dalle eleganti bottigliette e soprattutto dalle originali etichette, su richiesta personalizzabili, realizzate direttamente da Michela, che da geometra si è anche trasformata in una valida designer.

LA CULMA
Frazione Mino, 10 - Mezzana Mortigliengo
tel. 346 6382175 - 340 2350596 
www.laculma.it