Dalla frutta autoctona del Biellese

Federica Ogliaro, l'anima dell'azienda Pradler,  è stata brava a trasformare quella che era una semplice passione in un’attività professionale vera e propria (assai apprezzata). Siamo nel Biellese e lì la sua famiglia coltiva terreni a frutta, con occhio di riguardo alle varietà autoctone. È stato così che lei, seguendo fedelmente le ricette delle nonna e raccogliendo solo la frutta migliore e al giusto grado di trasformazione, le trasforma nel suo laboratorio (senza aggiunta di conservanti, addensanti, coloranti e altri additivi chimici) in deliziose confetture e composte naturali. Le varietà proposte sono pere, pere e zenzero, mele, mele e cannella o zenzero, mele prestige per le composte. Ma entusiasmanti sono le prugne di varietà bargnun, gialle e ramassin: ognuna è una confettura. E poi zucca bianca e zucca e zenzero, pesche gialle, kiwi e fichi. Si possono spalmare sul pane, aggiungere a yogurt, gelati e torte o anche abbinare a formaggi, carne e pesce.