Merita la sosta, questo ristorante di terra e mare che propone anche cocktail speciali

Raggiungere Prato Sesia è comodissimo: appena 4 chilometri da Romagnano. Esci dall’autostrada, passi dentro al paese e subito dopo c’è Prato. E qui, in via De Amicis (al numero 20 - tel. 3355207623) bisogna cercare il Però, che è un luogo particolare. Intanto l’esterno (un po’ decadente) non rende ragione delle belle sale interne, arredate con gusto da questa coppia che è qui da 11 anni e inizia a mietere i giusti successi. È gradevole il dehors davanti. La cosa che colpisce è la frequentazione, sia della gente che viene a mangiare sia di quella che sosta nel bar, dove servono cocktail speciali, ma anche una scelta di vini davvero interessante. 

C’è entusiasmo fra chi viene ai tavoli a porgere il menu e la carta dei vini (brava Valentina!) e se chiedi un vino a bicchiere la scelta non solo spazia con soddisfazione, ma possono accondiscendere anche a richieste specifiche, come il nostro Boca 2010 di un piccolo produttore che non conoscevamo (Guidetti). Servono acqua Lauretana con bottiglia disegnata Pininfarina; carente il pane, ma il resto è intrigante.

Sette gli antipasti nominati per ingrediente principale. Noi abbiamo scelto un eccellente tonno di coniglio servito in una burnia con scorze di limone e rosmarino. Il baccalà è cotto in tempura con friggitelli e maionese al wasabi, il resto è burrata, jamon, crudo di tonno e anche di fassona con senape in grani. Nella sezione risotti e zuppe, va forte il risotto con porcini e zafferano, mentre la zuppa è quella di cozze, cavolfiori e guanciale.

Il menu cambia sovente. Fra i primi gli agnolotti di storione e caviale con erba cipollina e limone, ma anche i ravioli di verdure di arrosto e verdure al burro e salvia, soddisfacenti. Questo accanto a trenette con vongole e bottarga di tonno e gli strascinati con ragù di coniglio, olive e rosmarino.

Carni e pesci ai secondi. Eccellente il rombo che viene servito alla piastra con friggitelli, limone e pomodorini oppure con patate porcini. Il filetto di manzo ai porcini trifolati è un’altra portata di ottima soddisfazione che fa da contraltare al Tomahawk, ossia un doppio controfiletto alla brace con osso. 

La qualità della materia prima è eccellente, e anche le quantità sono perfette e anche abbondanti; i prezzi sono di conseguenza. Si può chiudere, per esempio, con un tortino ai frutti di bosco. Una sosta gradevole, sulle rotte della Val Sesia, che ci ha fatto già venir voglia di ritornare.