Ottimo per il tradizionale aperitivo all'italiana: freddo, accompagnato da olive, nocciole salate e altre sfiziosità

È l’Erbaluce di Caluso Docg il vino base del Vermouth Bianco DON GUGLIELMO 1918, l’ultimo nato della Cantina Gnavi, che a Caluso e alle sue colline moreniche è indissolubilmente legata da tempo immemorabile.
La loro storia di vignaioli ha infatti avuto inizio ben prima che il Cavalier Giovanni, alla fine degli anni ’50 del secolo scorso, trasformasse un’azienda familiare di “carradori” in una vera e propria impresa vitivinicola. Oggi è il figlio Carlo, insieme con il nipote Giorgio, a continuare, tra tradizione e innovazione, la storia della Cantina Gnavi. Che ha appena dato vita, grazie anche alla collaborazione della torinese “Antica Distilleria Quaglia”, a questa nuova avventura dove è sempre l’Erbaluce, il “loro” vino, a essere protagonista: unico vino considerato degno di interpretare, nel modo più rigorosamente sabaudo possibile, il recente disciplinare di produzione dell’Indicazione geografica “Vermut /Vermouth di Torino”. Oltre all’assenzio, l’Artemisia absinthium anch’esso di stretta provenienza piemontese, altre erbe e spezie sono state impiegate per l’aromatizzazione, tra cui achillea millefoglie, sambuco, coriandolo, dittamo, pompelmo, zenzero, arancia, menta, pepe. Ne è scaturito un Vermouth di color giallo paglierino intenso, che al naso esprime sentori agrumati di coriandolo e sambuco e in bocca si presenta complesso, con una lunga persistenza in cui dolcezza e freschezza sono piacevolmente equilibrate.

Davvero ottimo per un tradizionale “aperitivo all’italiana”, come nella degustazione dove noi l’abbiamo conosciuto e apprezzato: servito freddo e accompagnato da olive, nocciole salate e, deliziose, chips di stagionali topinambur. Ma a seconda della temperatura di servizio, il Don Guglielmo 1918 sprigiona aromi differenti, a seconda della differenza delle situazioni, e dei gusti.

Se poi vi incuriosisce il nome che gli è stato scelto, sappiate che anche lui è legato a una storia di famiglia, che si è svolta giusto un secolo fa tra il Canavese e Torino. Una storia per la verità inquietante, a tinte decisamente gialle, proprio come il colore del Vermouth. Fatevela raccontare, mentre ne sorseggiate un bicchierino. Giusto per non farsi mancare anche un pizzico di mistero!

Ps La Cantina Gnavi con il suo Erbaluce di Caluso Spumante Brut Metodo Classico Millesimato “Turbante” 2015 è Top Hundred del 2019.

Cantina Gnavi
Via Cesare Battisti, 8
Caluso (To)
Tel. 3482231844 - 3407316422