Su La Stampa di oggi l’ultima scoperta di Paolo Massobrio nell’azienda di Roberto Sanseverino e Raffaele Fabbrocini

Un’amicizia trentennale che ha trasformato una passione in un’attività di successo. E’ la storia di RaRo, ovvero la cantina di Roberto Sanseverino e Raffaele Fabbrocini, i viticoltori napoletani che grazie alle rispettive mogli, entrambe originarie di Avellino, hanno scoperto i vini campani e quindi deciso di produrli. Portavoce della loro esperienza è Paolo Massobrio, che su La Stampa di oggi racconta come, sui colli intorno a Montemarano, abbiano impiantato i primi due ettari a guyot su terreni vulcanici, ottenendo un risultato sorprendente: 6mila bottiglie che portano il nome di Irpinia Campi Taurasini. Un vino elegantissimo, frutto di una vendemmia tardiva, che esordirà ufficialmente il 26 febbraio a Milano.