Oggi il convegno sul tema all’Accademia dei Georgofili di Firenze organizzato da Unaproa

Ogni anno in Europa l’ortofrutta perde 250 milioni di euro per la mancata organizzazione in OP (Organizzazioni di produttori). A dichiararlo il presidente di Unaproa Antonio Schiavelli, durante l’evento “Strategia nazionale ortofrutta 2018-2022: la vera sfida inizia ora”, che si è svolto oggi a Firenze presso l’Accademia dei Georgofili. Sul tavolo l’ultimo rapporto Ismea sui consumi alimentari degli italiani nel primo semestre 2017 che dopo cinque anni di segno negativo, registra finalmente una crescita, con un aumento del 5,8% della spesa per la frutta fresca e del 5,5% per gli ortaggi freschi.

Un dato positivo che però va sostenuto da una strategia di lungo corso, hanno sottolineato i partecipanti al Convegno, ed è in questa direzione che va laprossima Strategia nazionale per il comparto ortofrutticolo, recepita con D.M. 4969 del 29 agosto 2017. Il convegno di oggi organizzato da Unaproa è stato proprio un momento di confronto tra tutti i protagonisti che saranno coinvolti nella sua prossima operatività, “perché siamo convinti”, ha spiegato Schiavelli “che fare sistema tra le OP, sia l’unica strada per raggiungere quei risultati di reddito, qualità ambientale e salute, auspicabili per il nostro comparto e per tutti i cittadini”.