Con l’arrivo della primavera, si fa ancora più piacevole l’attività dell’orto sul balcone, diventata nel giro di pochi anni uno degli hobby più amati, sia per la soddisfazione di poter mangiare legumi e verdure fresche prodotte in casa, sia per il piacere del decoro del proprio balcone. Per creare un piccolo orto casalingo efficiente infatti non sono necessarie ampie metrature e spese elevate. Occorre però porre attenzione ad alcuni fattori prima di mettersi all'opera. ?

• Individuate lo spazio giusto: il terrazzo o il balcone deve essere soleggiato (almeno 4-6 ore al giorno di esposizione di luce) e ben ventilato; ?
• attenzione alla stagionalità: oltre a preferire ortaggi che meglio si adattano al clima e al territorio dove si vive (anche per ridurre il rischio di parassiti e malattie), è bene dotarsi di un calendario delle semine;?
• nello scegliere i vasi (possibilmente di terracotta, legno o fibra riciclabile) fate attenzione all'ortaggio da coltivare: ad esempio, le carote hanno bisogno di una buona profondità per mettere su radici. ?
• è fondamentale procurarsi del buon terriccio: in commercio esistono diversi tipi di terricci e composti vari, fatevi consigliare dal rivenditore;?
• concimi e fertilizzanti sono utili soprattutto nel momento della nascita dei fiori, che dovranno trasformarsi in frutti; ?
• ricordatevi che un orto anche piccolo necessita di cure quotidiane: se si ha poco tempo, per esempio, conviene comprare piantine già sviluppate e trapiantarle;?
• attenzione ad annaffiare correttamente: il terreno deve essere sempre umido, mai bagnato! Prevedete un piccolo impianto di irrigazione per assicurare l'irrigazione, in caso di assenze prolungate; ?
• attenzione ai ritorni di freddo di inizio primavera, durante i quali occorre proteggere le piante con dei teli isolanti; ?
• attenzione ai parassiti: procuratevi prodotti specifici per gli insetti più nocivi quali formiche, mosca degli orti, ragnetti rossi e bruchi.??