Nelle campagne cagliaritane, la famiglia Meloni conduce una delle più grandi cantine bio d'Italia

È uno dei più grandi produttori di vini bio d'Italia: oltre 250 ettari vitati, dal 1995 completamente a coltivazione biologica, per oltre 2 milioni di bottiglie prodotte. È Meloni, cantina del sud della Sardegna, più precisamente di Selargius (via Gallus, 79 – tel. 070852822), già premiata tra i Top Hundred nel 2003 per il Girò di Cagliari “Donna Jolanda.

Nasce nel 1898: Pietro, il fondatore, con il figlio Efisio diedero inizio all’attività agricola nelle campagne cagliaritane. Più di 100 vendemmie trascorse, e quattro generazioni dopo, tocca oggi ai pronipoti Cristina, Gabriella, Carlo ed Efisio portare avanti l'azienda, che ha vigneti dislocati tra Selargius, Senorbì, Decimo Mannu e Quartu.
Accattivante il packaging: una foglie di vite trasformata in farfalla come logo, e un animale diverso per ogni tipologia di vino, disegnato con la tecnica della penna a sfera su carta dall'artista sarda Roberta Congiu.

I vini? Personale il Brut Frius, un vermentino in purezza vinificato con metodo charmat dai fragranti sentori floreali, di agrumi e frutta bianca, che colpisce per sapidità e mineralità. Ma il vermentino è declinato anche in due versioni secche. Più del Salike 2014, dalle note agrumate e di frutta tropicale, si fa apprezzare il Vermentino di Cagliari Superiore Le Sabbie 2014. Più intenso, fin dal colore, e poi nei profumi di frutta tropicale matura innestata da sentori di macchia (finocchietto). In bocca ha bella struttura, ma conserva buona beva, per la sua freschezza e mineralità. Persistente.

Due anche le interpretazioni del Cannonau. Le Sabbie 2011 è un buon vino, dal frutto evidente, rinforzato da qualche nota vegetale e uno sprint di pepe. Maggiore personalità per la Riserva 2009 le Ghiaie: un Cannonau che si fa più scuro e raccoglie nei profumi la macchia mediterranea, mentre in bocca è vibrante nei tannini e per la buona acidità. Il Monica di Sardegna Kre'u 2011 sa di susine e ciliegie mature, per un sorso polposo di frutta integra, elegantemente speziato, persistente e sapido.