Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio racconta la storia di Marco Tonini, il viticoltore che a Isera produce vini che fanno rinascere la Vallagarina

In un borgo da cartolina come Isera, nel cuore della Vallagarina, esistono realtà che sono simbolo di un territorio vivace e dinamico, dove la passione dell’uomo per la propria terra ha lasciato segni indelebili. Ne sono un esempio la Casa del Vino, la più suggestiva d’Italia, ma anche la cantina di Marco Tonini. A parlarne è Paolo Massobrio, che su La Stampa di oggi racconta come quest'uomo “simpatico e schietto”, cinque anni fa abbia iniziato a produrre vino secondo i canoni del biologico. Oggi, su più di 4 ettari vitati, Marco produce vini minerali e aromatici, tra cui spiccano il Marzemino, perfetto d’estate e con una nota di mirtillo “che fa sognare”, ma anche il Trentodoc “Brut Nature”, metodo classico fresco e sapido che è uno specchio perfetto della natura di questi terreni unici. Ma tanti sono anche i progetti ancora da sviluppare, a partire da un bianco da uve pinot che vedrà la luce il prossimo anno.