Secondo il consorzio nazionale Comieco, cresce ancora la raccolta differenziata della carta, e le regioni del Sud rincorrono il Nord Italia

La buona pratica del riciclo entra sempre più nella testa degli italiani. La conferma arriva da Comieco, il Consorzio Nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, che proprio oggi, a Bari, presenta il suo 22° report annuale che sigilla il successo della raccolta differenziata della carta, cresciuta del +3,3% rispetto al 2016.

Un’indagine che, tra le altre cose, ha messo in evidenza anche un’attenzione in continua crescita nelle regioni del Sud Italia, dove l’incremento ha raggiunto il +8,6%, contro il + 1,5% del Nord e il +3% del Centro. Scorporando il dato del Meridione, tra le regioni più virtuose si piazzano il Molise (+17,9%), seguito da Calabria (+17,2%), Sicilia (+15,3%) e Basilicata (+12,8%). Per quanto riguarda le performance dei cittadini a livello nazionale, l’Emilia-Romagna emerge come area più virtuosa, con 86 chili pro capite, mentre la media nazionale si attesta intorno ai 53 chili pro capite.

Quersti dati sono la conferma di un’assunzione di responsabilità da parte degli amministratori pubblici e delle società di gestione del riciclo” ha sottolineato il direttore generale di Comieco, Carlo Montalbetti.

 

Il Venerdì di Repubblica