Un panorama tra i più belli d’Italia, aperitivi e cocktail d’autore e “Tradizione Pinocchio” in tavola, il tris d’assi del nuovo locale di Paola Bertinotti

In uno degli angoli più belli di Italia. Da una delle famiglie che ha fatto e fa onore al gusto del nostro paese. Un nuovo locale, che tra le numerose new entry che troverete nella nuova, ricchissima, edizione del GattiMassobrio che presenteremo a Golosaria, è una delle scoperte che più ci ha entusiasmato. È il Lido di Gozzano (via della colonia 2 – tel. 0322913150). Lasciata l’auto nel comodo parcheggio, ammirata la bella chiesina su cui è segnalato che siete in frazione Buccione, ai piedi del colle su cui, alta, si staglia la torre di Buccione che dà nome alla località, appena girato l’angolo, sarà vero coup de coeur. Davanti a voi, l’incanto di una spiaggia curatissima, con ombrelloni e sdraio eleganti bianche e blu, su cui splende il sole tutto il giorno, e davanti a cui si stende il lago d’Orta, con l’Isola di San Giulio che, al tramonto e a sera, con le sue luci, è poesia. Appena sopra, un prato verde, una grande terrazza con tavoli e poltroncine da cui godersi il panorama, la sala ristorante con le grandi vetrate.

Un luogo magico, paradiso per chi cerca relax, e ama nuotare, far gite in canoa o in motoscafo, o andare in barca a vela, o per chi, qui, vuol gustarsi un aperitivo, tirar tardi con musica e cocktail, o godersi un pranzo o una cena con pizza o piatti di cucina stragolosa. L’anima di questa splendida realtà è Paola Bertinotti, fuoriclasse e vera regina dell’accoglienza, che – nel segno del buon sangue non mente e figlia di quel Piero che, in forma come mai, sta facendo vivere al suo sommo Pinocchio di Borgomanero una stagione di straordinaria vitalità e successo, anche perché spronato dai nipoti, in primis Francesco, che hanno talento e stanno seguendo con entusiasmo le sue orme – accettata la sfida di restituire a Gozzano e al territorio questo luogo, ha trasformato locale e terreni nel gioiello che sono ora, e, con una squadra di giovani di valore, ha portato qui la formidabile tradizione di gusto di famiglia.

Come dicevamo, qui colazioni con caffè e brioche, aperitivi, cocktail o pizze e taglieri sono di assoluta soddisfazione. Ma, nel solco della “Tradizione Pinocchio”, è sorpresa radiosa la cucina di Nicolas Fanchini, chef giovane e che sa il fatto suo, che usando prodotti di eccellenza, firma creazioni che si fanno ricordare. Muovendo tra terra e mare, avrete formidabili gamberi crudi di Mazara del Vallo su gazpacho leggero e cruditè, battuta di fassone piemontese senape e miele, paccheri freschi pomodoro ricotta di bufala e basilico o riso rosso integrale con seppie e verdure padellate al curry, vitello in salsa tonnata insalata verde all’acciuga o scottata di tonno rosso zucchine e zenzero in agrodolce. È un sogno! È il gusto della vita!