Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio descrive l'Erbaluce di Caluso di Antonella Piatti

Oggi su La Stampa Paolo Massobrio parla dei vini della provincia di Torino, che vanta alcune rarità come il rosato Doux d’Henry, l’Avanà e il Baratuciat e che ha come vino più significativo l’Erbaluce di Caluso, che si declina nel Caluso passito e nella versione spumantizzata.

L’ultima scoperta è stata l'Erbaluce di Caluso brut “Taramot” 2016 di Antonella Piatti che, insieme al marito, produce vini biologici dal 2006.

Il Taramot ha «colore paglierino, profumi floreali con una lieve nota di nocciola – dice Massobrio – ed è ricco di bollicine fini: lascia in bocca una felice freschezza». Un applauso anche per il Canavese Nebbiolo, con note di viola delicata e nerbo per un'eleganza sorprendente.

I Piatti producono anche l’Erbaluce classico e il Passito, prodotto in poche bottiglie. Destinate sicuramente a crescere.

Azienda Agricola Piatti Antonella
Via Municipio, 19
10035 Mazzè (Torino)
tel. 3384370371