Paolo Massobrio su La Stampa degusta i vini della cantina Le Carezze di Terrazza (Vr)

Oggi su La Stampa Paolo Massobrio parla della doc Merlara, nata nel 2000 nei territori a cavallo delle province di Verona e di Padova. Qui, Luigi Marangoni, imprenditore nel settore metalmeccanico, acquistò una proprietà negli anni Novanta. Dopo la conversione al biologico, ha avviato un progetto di viticoltura che ha portato alla produzione di 20mila bottiglie l'anno con l'aiuto dell'enologo-agronomo Fabio Melotto.

Massobrio assaggia il suo Verona Merlot “Vulcanus” 2017, premiato fra i Top Hundred 2020 per i profumi potenti, il carattere minerale e la carezza dei tannini. E poi il Verona Bianco Pinot Grigio “Jupiter” 2017, speziato al naso, croccante e fresco in bocca; il Merlara Malvasia “Diana” 2017, di cui Massobrio dice: "Ha colore oro brillante e lucente e un’aromaticità salmastra con fiori di arancio e oliva. Sono piacevoli la setosità e l’eleganza piena".
Infine due brut: il Brut Millesimato “Genesi” e il Brut Millesimato "Iris", da uve sauvignon kretos, varietà a bacca bianca resistente a peronospora e tollerante a oidio: un vino che guarda al futuro.

Le Carezze

Terrazza (Vr)
via Carezze, 28/a
tel. 044223289

Per leggere l'articolo completo clicca qui