Il laboratorio Happy Mama di Bibbiano (Re) che piace ai giovani (sposi)

C’è chi predilige i porta… qualcosa, chi invece opta per l’oggetto più simpatico. Ma sicuramente regalare una marmellata al matrimonio farà felici tutti gli invitati. L’idea è di Giorgia Rinaldi, ex agente di commercio da cinque anni votata alla gastronomia, che nel suo laboratorio di Barco di Bibbiano (RE), crea la linea di prodotti in vetro Happy Mama (via XXIV Maggio, 14 - tel. 3488845113).

Il packaging è improntato alla semplicità: etichette con l’immagine di una signora anni Cinquanta (sarà lei l’happy mama?) e il cappuccio colorato, in tante versioni differenti. L’aspetto, però, non deve ingannare. Non stiamo parlando di un prodotto semplice, ripreso tout court dal ricettario della nonna. In ogni ricetta c’è un tocco personale, tutte sono calibrate, i gusti mai aggressivi. La firma di Giorgia nelle confetture è nella ricerca di un profumo, pulito, che possa essere esaltato dalle spezie usate a corredo della ricetta, come accade in Aramomo dove l’arancia è esaltata dal cardamomo. Oppure Melozen, confettura dove ad esaltarsi in bocca è il melone reso ancor più fresco dall’utilizzo dello zenzero. Altrove spicca il gusto dell’agrodolce, il contrasto che potrà poi essere giocato sulle carni e sui formaggi: così è per la Mostarda arance e cipolle, con la dolcezza di quest'ultima che, pur predominando sia al naso sia in bocca riesce a creare un piacevole contrasto con l'acidità dell'arancia.

Geniale lo Strudel una elaborazione della classica confettura di mele che mette sottovetro gli ingrediente del celebre dolce, comprendendo uva sultanina, pinoli, cannella. Altro dolce sottovetro è “pere e cioccolato” trasformato in confettura con il 48% di pere e il 12% di cioccolato fondente, quindi il succo d'arancia e la cannella. Le salse sono cotte sottovuoto a bassa temperatura (65-70°) per esaltare al massimo gli aromi della verdura fresca come accade per la Giardiniera, a base di sedano, finocchio, peperoni, cipolla bianca, cavolo bianco, carote. Esistono in diversi formati, ma ce n'è uno in particolare, quello da 43 grammi, che sembra essere prediletto dalle coppie. “Quest'anno abbiamo fatto decine di matrimoni” - racconta Giorgia - “gli sposi possono scegliere il colore delle stoffe che coprono i vasetti da abbinare al tema del matrimonio e il formato mignon diventa un originale segnaposto” che ha trovato consensi addirittura in Russia.