In uno dei laghi più poetici d’Italia si snoda un trekking alla portata di tutti e dal panorama spettacolare, ovunque si giri lo sguardo

È la Greenway del Lago di Como: un percorso di 10 km - durata 3/4 ore, dislivello salita di 250 m - che si snoda attraverso diversi borghi suggestivi, trasformandoli in vere e proprie tappe storiche e culturali da visitare.

Il percorso inizia a Colonno. Da Via Luigi Civetta si prosegue passando per il centro storico: dopo il ponte sul Torrente Pessetta, si può ammirare la prima vista spettacolare su tutto il borgo, con la Chiesa di San Michele Arcangelo. Passando per il comune di Sala Comacina, si possono ammirare diversi appezzamenti terrazzati e uliveti, fino ad arrivare alla Cappella di San Rocco, dove è possibile fare una piccola deviazione verso il nucleo storico medievale. Seguendo la Greenway si può vedere il campanile della Chiesa di San Bartolomeo che spunta tra il lago e l’Isola Comacina, in uno scenario che sembra una cartolina! Si entra poi nel borgo di Ossuccio, dove si può raggiungere la Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo, di origini antiche, caratterizzata dal campanile a vela. Un altro cambio di rotta in favore del nucleo storico di Spurano può rivelarsi una vera sorpresa.  
Attraversando il paese si arriva al parco pubblico, con parco giochi e bar, dove si può godere una magnifica vista sul famoso campanile della Chiesa di Santa Maria Maddalena. Qui, superata Villa Leoni e la Chiesa dei Santi Eufemia e Vincenzo, si arriva davanti alla preziosa Villa del Balbiano. Il percorso giunge a borgo di Lenno, nel nucleo storico di Campo, dove è possibile deviare verso l’imperdibile Villa del Balbianello e lasciarsi trasportare dalla sua particolarità.

Numerosi sono gli edifici da osservare sul lungolago, proseguendo sulla Greenway: la Torre Medievale di Villa, la Villa Aureggi e il Battistero di San Giovanni Battista. Dopo si trova il tratto più faticoso del percorso, verso il Borgo di Mezzegra. Raggiungendo la Chiesa di Sant’Abbondio si gode l’ennesimo panorama spettacolare su Bellagio.

Scendendo poi verso il lago, si entra nel borgo di Tremezzo: da questo punto fino alla fine della Greenway si affiancherà il lungolago. Passando per il parco pubblico Teresio Olivelli, si arriva al Complesso di Villa Meier e volendo si può proseguire per i nuclei storici di Volesio, Balogno, Viano, Intignano e Rogaro. Dal parco il percorso procede verso il Museo del Paesaggio del Lago di Como, per arrivare al nucleo storico di Tremezzo. Dopo essere giunti a Villa Carlotta, si arriva al comune di Griante, dove il percorso prosegue fino alla frazione di Maiolica e all’ultimo tratto della Greenway: da Cadenabbia verso Menaggio si costeggia il lungolago con le splendide ville di Griante impreziosite da parchi e giardini, fino a raggiungere un delizioso baretto sulla spiaggia.

Questo percorso è davvero ricco di cose da vedere, tra i centri storici, i luoghi di interesse, le bellezze naturali offerte dal lago. Adesso non ti resta che partire!

Ph da sito greenwaylagodicomo.com/it