Dove la grappa è anche terapia

Domenica 1 ottobre le distillerie aprono le loro porte con una serie di iniziative in tutta Italia. Tra le realtà più attive la Distilleria Berta di Mombaruzzo che lo scorso anno ha inaugurato il Relais Villa Prato con il suo ristorante che quest’anno, dopo la convincente prova prima dell’estate, riceverà per la prima volta il faccino radioso. Un giro a Casalotto di Mombaruzzo, dove ha sede questa distilleria, permetterà di fare un’esperienza ben più ampia e pervasiva.

Durante la giornata gli ospiti potranno infatti visitate gli impianti di produzione, le cantine d’invecchiamento, il museo che la famiglia Berta ha dedicato alla grappa e il parco botanico di 8 ettari con le sue cornici che inquadrano il magico scenario del Monferrato, ma anche assaggiare l’amaretto di Mombaruzzo che qui ha anche ricevuto la De.Co. Soprattutto però si potrà conoscere da vicino la grappaterapia, un neologismo ad indicare un trattamento di bellezza che nasce dal cuore della distillazione. A base di estratti di uva, ricchi delle proprietà antiossidanti dei polifenoli e dei flavonoidi contenuti nelle vinacce, questi prodotti di bellezza aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare, a purificare la pelle, tonificare la microcircolazione periferica, ad idratare e donare nutrizione proteica, lipidica, vitaminica e minerale.

Alcuni esempi? Il massaggio all’uva e olio di vinaccioli, il fango avvolgente corpo alla vinaccia e il peeling corpo antiossidante ai Vinaccioli & Zucchero. Tutte suggestioni che ci portano Oltre al buono, e cioè al tema di Golosaria 2017, dove la distilleria Berta non mancherà.