Una festa in vigna con 18 produttori, tutti soci di Papillon del Biellese, per riprendere gli appuntamenti conviviali

Una festa in vigna ospiti dell’azienda vitivinicola Pietro Cassina di Lessona all’insegna dell’arte e con il coinvolgimento di 18 produttori, tutti soci di Papillon, che hanno conferito le loro specialità enogastronomiche. Questo è stato il nostro modo di riprendere gli appuntamenti conviviali interrotti a fine febbraio. I produttori meritano di essere ricordati uno a uno per un ringraziamento pubblico collettivo e per aver saputo interpretare al meglio l’essenza dell’adesione al Club di Papillon.
foto-cantina.jpgPhoto Credit Luca Guzzo vini-cassina.jpgPhoto Credit Silvia CartottoLo facciamo a modo nostro commentando il menu che prevedeva gli agnolotti alla monferrina con sugo d’arrosto di Tuttopasta, la paletta de La Bruera con la mostarda biellese de La Soleggiata, le tome di Cascina Montefino e di Mazzuchetti con il miele di Lissi Salussoglia Graziella, il pane di segale di Frangipane con il salame d’la duja di Aglietti e il peperone in agrodolce di Donegà Raffaella, il pane ai semi di lino di Olimpia con la ricotta, il miele e i pistacchi di Bronte, i grissini e le lingue di suocera di De Mori, il gelato allo zafferano con le lingue di gatto di Dolci Capricci, l’acqua Lauretana e i vini di Pietro Cassina e, infine, il caffè di Torrefazione Bugella, le grappe di Marchisio e i liquori alle erbe de La Culma
festa.jpgPhoto Credit Silvia CartottoÈ stato un evento il cui obiettivo era lanciare un forte segnale di attenzione al territorio e alla filiera del gusto locale con il coinvolgimento di un artista bielleseDaniele Basso, che ha illustrato le sue opere in acciaio lucidato, posizionate in vigna e sapientemente illuminate dai professionisti di Number One Servizi tecnici per lo Spettacolo: Bimbo Faber, realizzata per CNA Biella, commentata dal Vicepresidente Andrea Valentini; Aureo, commissionata da Aurora Penne; Coke it’s me, che Cola Cola ha voluto per celebrare il centesimo anniversario della famosa bottiglietta in vetro Contour. 
opere-arte.jpgPhoto Credit Silvia CartottoL’azienda agricola che salvaguarda l’ambiente e crea paesaggio, l’arte che lo nobilita, l’enogastronomia che attira i turisti, questo il messaggio della serata rivolto al futuro e allo sviluppo economico del Biellese alla presenza di una sessantina di soci biellesi di Papillon sotto un cielo stellato e molta soddisfazione sul fronte del gusto. Evviva!