3 tonnellate di pesce sequestrate in giro per l'Italia in seguito a un controllo dei Carabinieri su merci non etichettate

L’obbligo di un'etichettatura di filiera sui prodotti alimentari che descriva origine, materie prime e ingredienti si è dimostrato in questi giorni ancora una volta un valido strumento di garanzia per i consumatori. Infatti un recente controllo dei Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari su 100 operatori del commercio all’ingrosso nelle zone di Milano, Torino, Firenze e Napoli ha portato al sequestro di 3 tonnellate di pesce prive dell’etichettature di filiera, una parte delle quali sono risultate avariate. 29 mila euro il totale delle multe a carico degli operatori incriminati e in alcuni casi denunce per vendita di prodotti in cattivo stato di conservazione e potenzialmente dannosi.
Sono previsti ulteriori controlli straordinari a tutela dei consumatori, nei prossimi giorni.