Cibo, idratazione e regole da seguire per superare l’emergenza caldo

Sono 10milioni gli italiani che lo scorso fine settimana hanno sofferto il caldo intenso. Un’eccezionale ondata di calore che non accenna ad arrestarsi, mettendo a dura prova il fisico soprattutto di anziani e bambini.

Ma come è possibile limitare i danni e affrontare al meglio la canicola? Sul Corriere della Sera rispondono alcuni esperti fornendo una serie di consigli per gestire l’emergenza afa senza ulteriori complicazioni.

A livello di alimentazione, per il nutrizionista Claudio Briganti l’ideale è ricorrere a una dieta mima-vegetariana, ovvero frutta, verdura, poche proteine di origine animale, cibi freddi, pochi condimenti e niente sughi elaborati. “Inoltre è bene rispettare la scansione dei 5 pasti al giorno, non saltandoli neppure se subentra l’inappetenza”.

Ma ad intervenire è anche il medico Attilio Parisi, per cui un modo efficace per evitare colpi di calore è quello di prevenire la sete bevendo acqua con regolarità, a piccoli sorsi e senza l’aggiunta di zuccheri. Ma anche bagnare le parti scoperte del corpo, per mantenere la giusta temperatura corporea.

E cosa fare invece con gli amici a quattro zampe? “Il colpo di calore è il primo rischio da evitare” spiega il veterinario Diego Manca. “Gli animali devono avere sempre acqua fresca e pulita. Cibo meglio se secco, perché il caldo toglie l’appetito e l’umido se avanza diventa ricettacolo di insetti e batteri”.