Durante le festività natalizie sono numerosi gli inviti a cena a casa di famigliari e amici. Quale dono portare in tali occasioni?

Un tempo si pensava non fosse opportuno scegliere come regalo una bottiglia di vino, perché si riteneva che rossi, bianchi e bollicine, fossero affare da uomini. Era un’idea che nasceva da una concezione maschilista, giacché considerava sconveniente che le donne si accostassero ad alcolici e superalcolici. Quindi, regalare ai padroni di casa una bottiglia di vino sembrava gesto di poco riguardo nei confronti della donna, e di poca fiducia nei confronti dell’uomo (quasi ci si volesse mettere al riparo da scelte sgradite).

Oggi le cose son cambiate. Se chi vi invita ama il vino, presentarsi con una bottiglia importante è una scelta che sarà senz’altro apprezzata.

Stessa situazione nel caso in cui un amico vi abbia fatto un regalo inatteso o un professionista un favore: un omaggio di sei bottiglie come segno di gratitudine, sarà un pensiero di sicuro successo.

Il regalo migliore è comunque la magnum, che è sempre segno di un grande onore. Il vino in magnum - ci ha insegnato il conte Riccardi - è stima nei confronti di chi lo riceve, ma anche la mescita del vino in magnum è altrettanto. Giacomo Bologna accasa sua apriva soltanto magnum, mentre in Piemonte c’è un locale, l’Ostui di Djun di Castagnito che serve solo bicchieri di vino da magnum.

Il vino in magnum ha una maturazione più lenta e si conserva meglio nel tempo. Anche le bollicine, possibilmente, siano in magnum.

Un altro modo di regalare il vino è con un sacca portabottiglie di iuta che rappresenta un secondo regalo e diventa comodo, per chi la riceve, per trasportare il vino in altre occasioni.

Un regalo che poi non si fa mai (chissà perché) è il vino dolce. Sei bottiglie di Moscato d’Asti sono un signor regalo, credeteci, mentre a una donna che ha la vostra massima stima ed è al centro delle vostre attenzioni dovete regalare il vino delle principesse e delle regine: il Picolit. In questo caso in mezza bottiglia, perché un vino raro è prezioso come un amore.