Cinque cocktail per la serata di San Valentino, adatti a lui e a lei, e uno per il giorno dopo, tra grandi classici e nuovi twist

Perché non cominciare una serata romantica con un buon cocktail? Magari preparato in casa? Ecco cinque cocktail (più uno) non particolarmente complicati. Basta uno shaker, e le bottiglie giuste. Cosmopolitan, French 75, Old Cuban e Dark'n stormy sono facili da preparare. Il Red Donkey è un po' più impegnativo. E per il giorno dopo, se si ha esagerato, c'è il Ramos Fizz. Sei cocktail da provare, anche per le storie che nascondono tra le pieghe dell'alcol.

Cosmopolitan

Cosmopolitan

4 cl di vodka al limone, 1.5 cl di Cointreau, 1.5 cl di succo di lime, 3 cl succo di mirtillo rosso
Semplice da preparare: basta shakerare tutti gli ingredienti in uno shaker riempito di ghiaccio e servire in una coppetta da cocktail, guarnita con una fettina di lime.

Schiere di telespettatori lo hanno appreso dalla serie Sex in the city. Dolce ma non troppo, fruttato, oggi è di gran moda: sarà anche per il suo colore, decisamente accattivante (© ph omnomculture.wordpress.com)

French 75

French 75

3 cl gin, 1.5 cl succo di limone fresco, 2 gocce di sciroppo di zucchero, 6 cl champagne
Versare gli ingredienti, tranne lo champagne, nello shaker; shakerare e filtrare in una coppa (lasciando perdere le vecchie flute). Colmare con champagne e mescolare.

Cosa c'è di più seducente di un buon Champagne? Qui la miscela si fa esplosiva, rafforzata dal gin, addolcita dallo zucchero, resa vibrante dal limone fresco (© ph http://www.sbs.com.au)

Old Cuban

Old Cuban
5 cl rum bianco, 2 cl succo di limone (o lime), 1.5 cl sciroppo di zucchero, 8 foglie di menta, 2 cl spumante metodo classico
Shakerare tutti gli ingredienti (eccetto lo spumante) in uno shaker con ghiaccio, e versare in una coppa, colmando con lo spumante.

Ideato nel 2004 da Audrey Saunders, barlady newyorkese, è una via di mezzo tra il daiquiri e il mojito, dissetante, profumato, piacevolissimo (© ph www.amountainofcrushedice.com)

Red Donkey

Red Donkey

3 cl vodka con infuso di zenzero, 2 cl liquore al bergamotto, 1 cl succo di lime fresco, 7 cl soda al melograno e ibisco
Nello shaker con ghiaccio, miscelare vodka, succo di lime e liquore al bergamotto. Versare in un bicchiere highball aggiungendo la soda al melograno e ibisco. Guarnire con chicchi di melograno e zenzero candito.

Questa ricetta è un twist del Moscow Mule (ormai un vero e proprio cocktail prezzemolino), inventato da Tiziana Borreani, barlady del The Balance di Savona. In questo drink vodka e zenzero trovano un nuovo matrimonio, per un risultato fresco e mediterraneo, suadente.

Dark'n Stormy

Dark'n Stormy

6 cl di rum scuro, 10 cl ginger beer
In un bicchiere tipo highball con ghiaccio aggiungere il rum scuro e colmare con ginger beer. Guarnire con una fettina di lime.

Rum scuro, ginger beer, scuro e tempestoso. Ecco il Dark and stormy. Un cocktail da fine serata, più meditativo, grazie alle note complesse e rotonde del rum, anche se rimane dissetante e fresco. E scenografico: nel highball con ghiaccio si versa prima la ginger beer, e poi il rum scuro. Sembrerà davvero di avere nel bicchiere una perfetta tempesta caraibica: il mare in basso, schiacciato da nubi scure e minacciose pronte ad esplodere nella loro furia d'acqua. E quando accade, non c'è più distinzione tra mare e cielo. Tutto è scuro e tempestoso, ed è il momento di bere, per non naufragare. Meglio se in due (© ph www.foodietails.com)

Ramos Fizz

4.5 cl Gin, 1.5 cl succo di lime fresco, 1.5 cl succo di limone fresco, 3 cl sciroppo di zucchero di canna, 6 cl crema di latte (panna), 1 albume d'uovo, 3 gocce di acqua di fiori di arancio, 2 gocce di estratto di vaniglia, Fever Tree soda a colmare
Versare gli ingredienti (eccetto la soda) nello shaker, shakerare senza ghiaccio (dry shake) per due minuti, aggiungere il ghiaccio e riprendere a shakerare con molto vigore (hard shake) per alcuni minuti. Versare in un bicchiere highball senza ghiaccio e aggiungere la soda per completare.

Cocktail mitico, inventato a New Orleans, nel 1888 da Henry Ramos. È il classico cocktail del giorno dopo, per riprendersi da una notte di eccessi. Provare per credere. (Nella foto, il Ramos Fizz preparato dal barman Dom Costa)

© foto in apertura: www.yearn-magazine.fr