Chiamati da sempre la carne dei poveri, i ceci possiedono tante proprietà salutari che ne fanno un elemento irrinunciabile della nostra dieta

Un po' di storia
Le prime specie selvatiche di ceci probabilmente sono nate in Turchia mentre per quanto riguarda la loro coltivazione le prime testimonianze risalgono all’Età del Bronzo e nella zona dell’Iraq. Sappiamo che i ceci erano un alimento già diffuso nel mondo antico tra Greci, Romani ed Egizi.

La coltivazione dei ceci oggi
Oggi sono al terzo posto tra i legumi più prodotti al mondo, dopo la soia e i fagioli. I maggiori paesi produttori sono India, Pakistan, Turchia e Iran, mentre in Europa il primato spetta alla Spagna seguita dall'Italia, anche se da noi la coltivazione non è molto diffusa a causa delle basse rese e della scarsa richiesta.
Le varietà attualmente prodotte in Italia sono tante, tra queste spiccano alcune produzione di nicchia, che rappresentano delle vere e proprie eccellenze, come i ceci di Navelli, borgo ai piedi del Gran Sasso, dove si producono 2 tipi di seme, quello bianco e quello rosso; i ceci di Merella dell’Alessandrino; i ceci del Solco Dritto di Valentano in provincia di Viterbo fino ai ceci neri delle Murge e del Fortore.

Mentre in Oriente si consumano prevalentemente quelli piccoli in quanto, dopo essere stati cotti, vengono sminuzzati o passati, nei Paesi Occidentali si preferiscono quelli di maggiori dimensioni e più pregiati, dato che quasi sempre vengono impiegati interi nelle preparazioni gastronomiche.

I ceci in cucina
I ceci sono un legume molto versatile in cucina e molto amato. Sono disponibili tutto l’anno, sia in versione secca sia in scatola e sono consumati soprattutto in Liguria, dove sono impiegati sotto forma di farina nella preparazione della farinata e della panissa, mentre al sud sono utilizzati soprattutto in zuppe, minestre o per condire la pasta. I ceci sono perfetti pure nelle insalatone, zuppe, nelle paste di matrice mediterranea oppure per burger e crocchette.

I ceci e la salute
I ceci sono un’ottima fonte proteica tra le proteine di origine vegetale. Sono anche una fonte di sali minerali, in particolare di calcio, ferro, fosforo e potassio; contengono vitamina A e vitamine del gruppo B. Inoltre aiutano ad abbassare il colesterolo cattivo, prevengono l'ipertensione, sono ricchi di fibre, carboidrati e grassi insaturi che aiutano la funzionalità del sistema cardiocircolatorio.
I ceci sono un alimento mediamente calorico ed energetico. Infatti 100 grammi di ceci cotti apportano al nostro organismo circa 120 calorie.