E' il periodo migliore per cucinare e gustare i cardi: sia con la tipica bagna caoda sia semplicemente saltati in padella oppure seguendo questa ricetta ideata per noi da Giovanna Ruo Berchera

Ingredienti

  • 1 grosso cardo o 2 piccoli (1-1,2 kg)
  • 2 limoni
  • 3 cucchiai di farina
  • 3 dl di latte fresco intero
  • 1,5 dl di panna liquida fresca
  • 4 acciughe salate
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di pangrattato
  • 1 cucchiaio di pecorino grattugiato
  • 30 g di burro
  • 5 cucchiai di olio
  • sale

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

60 min

COTTURA

80 min

PREPARAZIONE

Staccate le coste dei cardi, eliminate quelle rovinate, togliete i filamenti alle altre, tagliatele a tocchetti e mettetele a bagno in acqua acidulata con il succo di un limone. Portate a ebollizione una pentola di acqua leggermente salata, unitevi il succo dell’altro limone e mezzo bicchiere di acqua fredda in cui avrete diluito un cucchiaio di farina poi aggiungete le coste dei cardi e cuocetele finché saranno tenere (da 30 minuti a un’ora). Scolatele e lasciate sgocciolare in un colapasta.

Intanto dissalate le acciughe e diliscatele. Pelate l’aglio, dividetelo in metà eliminate il germoglio e tagliatelo a fettine. Scaldate 3 cucchiai di olio in un capace tegame che possa contenere i cardi e fatevi appassire l’aglio accendendo e spegnendo la fiamma un paio di volte affinché non prenda colore. Eliminate quindi l’aglio e fate sciogliere le acciughe nell’olio, schiacciandole con una forchetta. Unite i cardi e mescolate per alcuni istanti.

Preparate una besciamella con 30 g di farina, metà del burro, 2 cucchiai di olio e il latte. Unitevi la panna e versate il tutto sui cardi. Mescolate e trasferite in una pirofila. Spolverizzate la superficie con il pangrattato mescolato con il formaggio grattugiato, irrorate la superficie con il burro rimasto sciolto e fate gratinare in forno già caldo a 190°C per una ventina di minuti.