Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio racconta la storia di Valter Sirk, il vignaiolo che trasferisce la Slovenia nel bicchiere

Quella che Paolo Massobrio racconta oggi su La Stampa è prima di tutto una storia di amicizia. Protagonisti sono il vignaiolo sloveno Valter Sirk e Giuseppe Aldè, commercialista lecchese appassionato di vini che nel 1994 rimase tanto affascinato dalle produzioni dell’amico sloveno che decise di investire nella sua piccola realtà nata sulle colline goriziane al confine con la Slovenia. Oggi, su una decina di ettari vengono prodotte 40mila bottiglie, tra cui si distinguono il bianco ottenuto da uve tocai Jacot t.f. 2013 ma anche la Malvasia. Di grande impatto sono poi la Ribolla Gialla “Rebula”, due versioni di pinot bianco, il 2014 e quello appartenente alla linea “Conte A” e un indimenticabile “rosso d’autore”, il Conte A Merlot 2007. Un grande vino. Grandi vini.