Il baccalà fritto si prepara in tutta Italia, anche se è una ricetta della cucina romana, tipica delle feste natalizie

Ingredienti

  • • 700 g di baccalà ammollato
    • 200 g di farina 00
    • 10 g di lievito di birra
    • acqua tiepida
    • olio di semi di arachide per la frittura
    • sale

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

facile

PREPARAZIONE

15 min

COTTURA

120 min

PREPARAZIONE

Scaldate un po’ di acqua in un pentolino. Sciogliete il lievito di birra in poca acqua tiepida. Setacciate la farina, raccoglietela in una terrina e versatevi il lievito sciolto nell’acqua, mescolate e poi aggiungete ancora la quantità di acqua sufficiente ad ottenere una pastella che scenda semi liquida dal cucchiaio. Coprite la terrina e lasciate lievitare per circa 2 ore.

Nel frattempo scolate il baccalà, privatelo della pelle e di tutte le spine poi tagliatelo a strisce strette e lunghe.

Mettetele in un colino all’interno del frigorifero per circa un’ora. Scaldate abbondante olio in una padella non troppo larga, passate i filetti di baccalà nella pastella e friggeteli due, al massimo tre alla volta. Fateli scolare su carta assorbente e gustateli ancora caldi. In genere non è necessario salare il baccalà.