Artigiano in Fiera fa 19 e come ogni anno spacca

E’ la fiera più divertente dell’anno - dice Paolo Massobrio - dove in un solo colpo d’occhio hai le cose belle (e anche buone) del mondo davanti a te". Artimondo, invece, è il nome del Portale attraverso cui si possono acquistare tutto l’anno i prodotti degli espositori ed è un acronimo che ricorda l’Artigiano e il mondo, appunto. Detto questo, merita scoprire, in particolare in questi giorni, il villaggio globale alle porte di Milano, fatto di storie che si intrecciano. E sono storie reali. Artigiano in Fiera, edizione dopo edizione, è diventato tutto questo. Un’esperienza che va oltre la mostra mercato. I numeri sono monstre: 3.000 stand espositivi disposti su una superficie di 150mila metri quadrati per 150mila prodotti. C’è la possibilità di compiere veri e propri percorsi tematici: la casa nel pad. 4 con le soluzioni più innovative per gli ambienti domestici; c’è l’area (pad. 4),dedicata al fashion e alla sartoria artigianale Made in Italy accanto a quella più spiccatamente votata al design e non manca l’attenzione alla pasticceria (pad. 3) con il Cake Design spiegato dai professionisti agli appassionati. 

Ma l’Artigiano in Fiera, fin dagli esordi, si è presentato come incontro tra culture diverse: 110 Paesi rappresentati dalle loro tradizioni artigianali, che quest’anno vedono anche tre new entry (Somalia, Benin e Israele) e dai loro sapori raccontati in 60 aree ristoro disposte nei vari padiglioni. In quanto ad Artimondo, merita una visita istantanea questa piattaforma on line capace di rendere disponibili tutto l’anno ben 22mila prodotti (ma sono in costante aumento). E sono esttamente quelli presenti fino all’8 dicembre nel sito di Rho-Pero. L’Artigiano in fiera è aperto dalle 10 alle 22.30 (ingresso gratuito). Per raggiungere il polo fieristico sarà possibile utilizzare la metropolitana linea M1 (rossa), fermata Rho/Fieramilano, e il Passante Ferroviario linee S5 e S6, fermata Rho/Fieramilano. Ulteriori informazioni su www.artigianoinfiera.it