Due sorelle ventenni, le volitive Beatrice a Matilde Argentero, hanno fanno compiere un salto di qualità all’azienda risicola di famiglia, giunta alla quarta generazione. Stiamo parlando dell’Az. Agr. Argentero Felice, che fa parte dell’associazione “Strada del riso vercellese di qualità” e produce riso per la vendita industriale da ben tre generazioni.

Beatrice a Matilde, dotate di spirito imprenditoriale e di tanto entusiasmo, hanno invece virato verso una produzione più qualificata destinata alla vendita al dettaglio ai consumatori. Fiore all’occhiello della coltivazione a dimora nelle 200 “giornate” di proprietà a Livorno Ferraris (cascina Fracassa, 2 – tel. 3393833293 ), il tradizionale Carnaroli, accanto alle varietà Luna e Dardo. A settembre, inoltre, saranno in vendita anche la varietà Roma e il Rosa Marchetti, accanto ad una selezione di risotti pronti (panica, funghi porcini, carciofi, zafferano e zucchine, asparagi).

Beatrice e Matilde hanno ritagliato uno spazio dedicato alla proposta di altri alimenti ottenuti dalla trasformazione del loro riso. Avremo così la pasta di riso, la farina di riso (ideale per i dolci ma anche come crema di bellezza), quindi gallette di riso anche integrali e biscotti di riso con gocce di cioccolato. Sono giovani ma in gamba e cresceranno (bene).