Alle porte della città la foresteria di un antico convento torna a splendere in nome del binomio tra gusto e natura

Sempre più spesso anche le grandi città scoprono il fascino del passato e delle cose semplici. E sempre meno di rado capita che, sull’onda di una tendenza che in pochi anni ha conquistato tutta l’Italia, anche in metropoli come Milano cresca l’interesse per le iniziative green, dalle arnie urbane ai cittadini-giardinieri fino agli orti condivisi, piccoli appezzamenti di terreno tolti all’incuria e affidati a gruppi di cittadini per la coltivazione di frutta e verdura. Un contesto che se da un lato ha portato a una visione più consapevole degli spazi verdi anche da parte dei cittadini meno “ecologici”, dall’altro ha sicuramente acceso i riflettori sulle realtà che dal passato hanno tratto ispirazione per reinterpretare in modo creativo il connubio tra gusto e natura. 

E’ il caso del 4CENTO di via Campazzino (tel. 0289517771), locale polifunzionale ricavato dalla foresteria di un convento del 1400 che oggi è tra le location più ricercate del capoluogo lombardo. A pochi minuti di macchina dalla barriera di Milano, il 4CENTO accoglie i visitatori con uno splendido giardino arredato con elementi di design che ben si accostano agli spazi rurali dell’intero contesto, creando l’atmosfera ideale per chiunque desideri trascorrere in tranquillità le sere della bella stagione, dall’ora dell’aperitivo fino a tarda sera, con eventi musicali (concerti di musica jazz, dj set e - non di rado - artisti internazionali) e serate a tema. 

Il locale è anche ristorante (da quest’anno aperto anche a pranzo con un’ offerta che varia settimanalmente) e propone un menu stagionale e creativo, che volutamente non rispetta la distinzione tra antipasti, primi, secondi e dessert. Spazio quindi alla proposta di carne, con l'orzotto mantecato alla carbonara, la costoletta di vitello su patata schiacciata con fondo allo zenzero e mandorle tostate e la tartare di manzo con radicchio tardivo in saor e chips di radice di fiore di loto. Quindi il pesce, rappresentato dal carpaccio di ricciola marinato al pepe creolo con spuma di yogurt al frutto della passione o dai maccheroncini di farina integrale con ragù di scorfano e datterini arrostiti alla menta, e la selezione vegetariana, dove spiccano per originalità il negativo di pizzochero alla valtellinese e lo sformatino di asparagi verdi su crema di asparagi bianchi e aria alla menta. Proposta non convenzionale anche nella sezione riservata allo zucchero, con la scomposizione del tiramisù, la variazione di temperatura dell’ananas o il tortino vegano al cioccolato. 

E che dire dei vini? La selezione 4CENTO, non eccessivamente ampia ma ben fornita, attraversa l’Italia da nord a sud, con diverse referenze care al Golosario e qualche accenno all’enologia francese per le bollicine. 

Nota per i bambini (e i genitori): tutte le domeniche, dalle 12.00 alle 16.00, è tempo dei FAMILY BRUNCH, laboratori creativi con educatrici qualificate senza costi aggiuntivi per mamma e papà. La prenotazione è obbligatoria. 

Tutte le info su: www.4cento.com