• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Barba Toni, la trattoria che parla canavesano

Luca Milanetto | 01-07-2019

In una bella villetta di Orio Canavese per degustare i prodotti del territorio, preparati in maniera sapiente

Alain è un oste vero, come quelli di una volta, e la sua trattoria Barba Toni di Orio Canavese (Via Torino, 9 - tel. 011 989 8085) è proprio come lui. Cuoco e insegnante di cucina – e grazie a queste competenze ci spiega i piatti uno alla volta con maestria e diligenza – sommelier che mette la stessa attenzione anche nei vini, soprattutto quelli canavesani, scelti personalmente, e fuori dalle canoniche carte redatte dai distributori di zona. Se non basta, è anche esperto di formaggi, che scova nelle valli vicine e presenta in sala con altrettanta passione.

Barba Toni è una trattoria di paese, in una bella villetta, arredata in modo rustico e ordinato, i piatti sono tradizionali, con grandi materie prime territoriali attentamente selezionate e qualche fuga qua e là per arricchire il menu. Si va sulla tradizione con il vitellino tonnato al rosa o la spuma di asparagi con fonduta di toma di Ceresole Reale, meno con il merluzzo cotto a bassa temperatura con humus e olive taggiasche. Altrettanto tradizionali i tagliolini al doppio uovo, brick di mocetta e pepe rosso (coltivazione autoctona!), gli gnocchi di patate novelle su crema di erba di San Pietro appena colta in zona e gli agnolotti del plin al burro. Meno di tradizione il risotto Carnaroli allo zafferano e polvere di liquirizia.

Anche i secondi parlano chiaramente canavesano con il filetto di maiale al passito di Caluso e il filetto di coniglio all’Erbaluce, ma soprattutto con un fantastico tagliere di 10 formaggi più uno (pecorino 36 mesi di grande rilievo), tutti di zona, tutti accuratamente selezionati da Alain.

Si chiude con il classico zabaione al passito di Caluso con biscotti di meliga.

A fine cena possiamo dire che da Barba Toni abbiamo imparato tanto del Canavese: abbiamo trovato un posto dove degustare i prodotti del territorio, preparati in maniera sapiente e soprattutto accompagnati da un attento e appassionato conoscitore del cibo e di tutto il territorio.

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn