• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 3170 ristoranti, 3903 cantine, 4568 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Un'atmosfera d'antan per un'eccellente focaccia al formaggio

Alistra Silva | 15-01-2020

Dagli inizi del secolo scorso la famiglia Bisso gestisce questo storico ristorante del Levante Ligure

Prendete l'autostrada A12, uscita Recco e, dopo aver attraversato il ponte, girate a destra e, percorsi circa 200 metri, sarete al numero 160 di via Roma. Qui troverete lo storico ristorante Da Ö Vittorio, che vede al timone la famiglia Bisso, oggi giunta alla quarta generazione. In un ambiente d'antan con una sala più intima con il camino, ideale nelle giornate invernali, dispone anche di una sala più grande per le celebrazioni e di una bella veranda con pergolato per l'estate.

La mise en place è classica e raffinata con tovaglie e tovaglioli bianchi con una "V" ricamata a mano e bicchieri serigrafati.
Il locale è giustamente famoso per il piatto che è la gloria gastronomica di questa cittadina ligure: la focaccia con il formaggio, che arriva in tavola calda e fragrante e che sarebbe davvero un peccato non assaggiare.

La carta propone tre menu degustazione (con la focaccia sempre presente) e tante proposte di mare e di terra dove la tradizione ligure è ben presente. A partire dagli sfiziosissimi "frixoe di boraxi", ovvero frittelle di pasta con la locale borragine, proseguendo con le acciughe sotto sale, i rossetti della Punta all'agro o i tian di carciofi e patate tra gli antipasti.
Ai primi la scelta tra mandilli de saea (lasagnette) al pesto, pansoti di erbe con salsa di noci e minestrone genovese è ardua; ma chi predilige il mare può optare per gli spaghetti con le vongole al verde o i ravioli di pesce con gamberi e carciofi.
Anche ai secondi il mare è presente con il pescato nostrano, le ottime acciughe di Camogli alla Vittorio e la fritturina di calamaro gentile, acciughe e gamberoni. Trovate pure la cima di vitello con marò, la scaloppa di foie gras al Calvados e i tournedos di filetto alla Rossini: tutti piatti che mettono in evidenza sia la qualità delle materie prime sia la perizia dell'esecuzione.
La carta dei dolci, molto invitante, annovera proposte tipiche della zona come i canestrelli di Torriglia e i Camogliesi al rhum, accanto a proposte più creative e senz'altro appaganti, come le due tipologie di dessert a base di mela: la crema di mele rovesciata con gelato di cannella (mele caramellate cosparse di una crema a base di latte e uova cotta a bagnomaria accompagnata da panna e gelato) e gli stecchi fritti alle mele e uvette con salsa al Calvados. Grande soddisfazione pure con lo spumino ai marroni con salsa ai cachi e per il biancomangiare con salsa al pistacchio.

La lista dei vini ottima, con tante etichette liguri e anche mezze bottiglie, e il servizio simpatico e cordiale, garantiscono piena soddisfazione da questa sosta.

ilGolosario 2020

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

I ristoranti del ilGolosario 2020

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia

TAGS
recco
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn