Oggi al Castello d’Uviglie, vini piemontesi, con Barbera, Ruchè e Freisa, champagne e il meglio degli spumanti italiani

Golosaria Monferrato (www.golosaria.it), che ha preso il via anche quest’anno con successo, e che proseguirà per domenica, è sin dalla prima edizione considerata la “casa dei vini piemontesi”.

A Castello di Uviglie a Rosignano Monferrato protagonista la Barbera, degustabile in tutte le migliori espressioni, da quelle d’Asti a quelle del Monferrato, fino al Nizza, accompagnati quest’anno da due altri vini doc di questa terra, il Ruchè e il Freisa. Un modo per andare nel profondo di un territorio. 

Ma in questa due giorni, l’affascinante Castello di Uviglie a Rosignano Monferrato è anche la casa degli spumanti, proposti in un modo quanto mai appassionante. Focus della rassegna e della promozione le uve utilizzate, tutte autoctone, a cominciare dalla stessa barbera spumatizzata fino al nebbiolo, al grignolino. E tutto questo a confronto con gli Champagne francesi (selezionati da Petit Perlage).

Ma a Uviglie bisogna venire per sostare alll’Enoteca dei Brut rari, o per conoscere gli spumantisti più insospettabili accanto ai produttori di vini rossi con proposte golose innovative e originali in abbinamento (ostriche, salame cotto, muleta, carne cruda… e il pane in formato Monferrina).

Ma che dire delle nostre scoperte dell’Oltrepò Pavese, terra di pinot nero, del meglio della Franciacorta, con la presenza di big come Uberti e di quella doc Durello che abbiamo l’onore di avere portato all’attenzione del grande pubblico, e che continua ad essere una vera e propria novità.

E per brindare a questa festa dello spumante di casa nostra, scegliamo proprio un Durello, quasi a creare un ponte ideale tra Golosaria Monferrato e Vinitaly che andrà in scena settimana prossima e Golosaria in Veneto che si svolgerà a fine maggio. È una delle 40 etichette, che troverete nell’Enoteca al Castello di Uviglie. È il Durello Brut Calesio di Tenuta dalle Ore di Trissino. Da uve Durella 100% ha colore giallo paglierino, con riflessi oro, naso floreale, sentori di frutta esotica, castagne e miele, rara eleganza al palato, con sorso fresco, bel corpo, sapidità, e buona persistenza. Tutti a Golosaria!