L'ultima scoperta di Paolo Massobrio in terra veneta è l'azienda Barollo con i suoi vini da conoscere e assaggiare. Ne parla sull'articolo uscito su La Stampa

Questa settimana su La Stampa Paolo Massobrio racconta la storia dei fratelli Nicola e Marco Barollo che, dopo la laurea in Economia e Commercio e Scienze Politiche, hanno deciso di creare un team di esperti per far fruttare i 50 ettari vitati nella pianura del Piave tra Padova e Treviso. È nato così l’eccellente Metodo Classico Riserva "Alfredo Barollo" dedicato al padre Alfredo, da uve chardonnay in purezza, molto intenso, secco e piacevolmente sapido.

Massobrio ha trovato molto buono anche il loro Piave Chardonnay 2016, perfetto con i piatti di pesce, che fa il paio in eleganza con il Manzoni bianco 2015. Ma il Veneto Rosso "Frank" 2014, un cabernet franc in purezza, è il vino che più ha colpito Paolo Massobrio, che lo descrive così: «c’è tanta potenza: al naso coi suoi frutti di bosco, ma anche note di caffè; quindi la morbidezza che dall’ingresso in bocca si fa ampio, giocando fra freschezza, tannini morbidi e un buon corpo che lo rende caldo».

A chiudere il cerchio il Piave Merlot "Frater" 2015, fresco e rotondo, e un Sauvignon da manuale. Tutti vini da conoscere e assaporare.

Barollo
Preganziol (Tv)
via Rio Serva, 4/b
tel. 0422633014
www.barollo.com